Settembre il mese dei buoni propositi …

La difficoltà non è formularli ma mantenerli!  Come fare?

La strategia più utilizzata nella definizione di obiettivi, e quindi buoni propositi, è la tecnica Smart.

Il metodo S.M.A.R.T. è stato sviluppato nel 1954 da  Peter Drucker .  E’ un sistema per la definizione degli obiettivi, che vengono messi al primo posto rispetto alle azioni necessarie per il loro raggiungimento. 

Questa tecnica ci aiuta a scegliere degli obiettivi realizzabili ed efficaci. 

La tecnica SMART in semplici mosse

Prendi un foglio e butta giù quelli che ritieni essere i tuoi buoni propositi da settembre.

Osserva quello che hai scritto e verifica quali tra i tuoi propositi puoi considerare un vero obbiettivo.

Se vuoi pianificare un processo di lavoro “smart” dovrai porti le seguenti cinque domande per ciascuno degli obbiettivi

  1. Il mio obiettivo è Specifico?
    Un obiettivo deve essere definito e tangibile, ed esprimere chiaramente cosa, come e perché lo vuoi ottenere;
  2. Il mio obiettivo è Misurabile?
    Deve poter essere espresso numericamente: “aumentare la produzione del 15%” o “ridurre le spese del 10%” possono rappresentare degli esempi;
  3. È un obiettivo Raggiungibile?
    Resta coi piedi per terra, il tuo progetto deve essere realistico e centrato sulle tue risorse e capacità;
  4. Sei sicuro che sia Rilevante?
    Prima di impiegare, tempo, risorse, energie , valuta se ne valga davvero la pena. Analizza attentamente il rapporto costi/benefici del progetto che stai per intraprendere;
  5. Può essere Temporizzabile?
    Ogni obiettivo è legato ad una scadenza, e prevede tutta una serie di step di verifica, che implichino precise relazioni tra le varie attività necessarie al suo completo raggiungimento. 

Se il tuo obiettivo non soddisfa appieno tutti questi requisiti richiesti, ovvero hai risposto NO anche ad una sola delle cinque domande , ti consiglio di rivederlo.

Da quale obbiettivo partire? Questa è una altra storia ovvero un altra tecnica che ha che fare con la gestione del tempo e lo stabilire priorità.

Per ora ti riassumo l’acronimo S.MA.R.T.

  • S = Specific (Specifico)
  • M = Measurable (Misurabile)
  • A = Achievable (Raggiungibile)
  • R = Realistic (Realistico)
  • T = Time-Based (Temporizzabile)

Ti auguro un settembre SMART!

Your Comment
Your email address will not be published